Da Splinder a WordPress: il plugin per i link interrotti e il convertitore tag


passaggio da splinder a wordpresstrasferimento Splinder WordPress: l’uso dei plugin broken link checker e il convertitore di tag in categorie

 

 

Abbiamo visto come fare per trasferire gli articoli di un blog di Splinder verso WordPress usando il plugin Splinder Importer, e abbiamo visto anche un plugin che ci fa una ricerca in un database, il search e replace.

Una possibilità che avete con il vostro nuovo blog su WordPress, è quello di correggere, o comunque segnalare come link interrotti, i collegamenti verso siti non più esistenti o irraggiungibili. Tranquilli, non dovete fare tutto a mano, basta installare il plugin broken link checker http://wordpress.org/extend/plugins/broken-link-checker/.

Questo plugin, molto popolare (più di 670000 download) vi controllerà tutti i link verso siti esterni, e vi avvertirà che ci sono dei link verso siti non più esistenti. Potete controllare persino l’esistenza o meno di video Youtube, di link megavideo o dailymotion. Quando trova un link rotto, ci mette un segno di sbarra e ve lo notifica nel pannello di amministrazione di WordPress. Sta a voi decidere se lasciarlo così, modificarlo, o addirittura cancellare il post. Io ho eliminato almeno una ventina di vecchi articoli di qualche riga che rimandava a siti non più esistenti. Inutile lasciare indenni degli articoli che erano stati scritti con l’unica intenzione di rimandare ad un contenuto presente in un altro sito, se quest’ultimo non è più online. Un po’ come di tanto in tanto avete bisogno di buttar via la roba vecchia dal vostro armadio, fate la stessa cosa nel database del vostro blog. ;-)

 

E ora un punto cruciale. Tag o categoria, questo è il problema. Vediamo come convertire tag in categorie e viceversa.

Su Splinder, era tutto piatto. Come vi ho già detto facendo il confronto Splinder – WordPress, in Splinder esistevano solo tag.  Su WordPress avete tag e categorie. Le categorie sono gli argomenti fondamentali del blog, hanno una gerarchia (cioè potete impostare sottocategorie, come ad esempio sms gratis senza registrazione, che è sottocategoria di sms gratis: quando aprite una categoria ‘madre’ vedete anche i post della categoria figlia, cioè la sottocategoria), e hanno ognuno un determinato feed rss. Se un visitatore è interessato agli articoli di una certa categoria, si abbona ai rss di quella categoria, disinteressandosi degli articoli presenti in altre categorie. Pensate alla potenzialità di questi strumenti.


Quando importate gli articoli da Splinder a WordPress usando il plugin Splinder Importer, avete importato tutti i tag di Splinder come tag di WordPress. Ora si tratta di convertire alcuni tag in categorie. A voi la scelta, per esempio basata sull’importanza di un argomento, sul numero di post, ecc.

Per fare tale conversione andate nella colonna di sinistra del vostro pannello di WordPress, Strumenti – importa – Categories and Tags Converter.

DOPO fatto la conversione di un tag in categoria, verificate se quel tag esiste ancora. Se esiste, lo dovete cancellare, perchè è una ridondanza. Andate in articoli – tag articolo e cancellatelo. Ripeto, fatelo dopo la conversione.

Idem se decidete che una categoria di wordpress deve essere tag, allora dopo la conversione eliminate la categoria.

 

Dopo aver suddiviso i tag dalle categorie, non vi resta altro che il punto finale.

Se avete altri siti che linkano verso il vecchio blog, dovete aggiornare i link. Informate anche i vari siti che vi linkano, a fare la sostituzione.

A questo punto, dopo questo vostro lavoraccio, dovete informare Google che vi siete trasferiti. L’ideale sarebbe intervenire sul file .htaccess di Splinder e impostare un redirect verso il vostro sito, ma.. non si può. E allora?

Questa è una problematica non da poco. Se il vecchio dominio fosse stato di secondo livello (cioè nomesito.com) allora si sarebbe potuto procedere informando Google dal centro Webmaster di Google http://www.google.com/webmasters/ (c’è una voce nella dashboard, ‘cambio di indirizzo’, ma è limitata solo ai siti di primo livello).

Il guaio è che il blog da sostituire ha un indirizzo di terzo livello (nomeblog.splinder.com). Dunque vi tocca aspettare che Google recepisca da solo il cambiamento. Informate i vostri lettori del vecchio blog che avete fatto il trasferimento, mettete un link verso il nuovo blog, con un carattere grande. Non cancellate il blog, aspettate almeno qualche mese. Forse anche tre, o di più. Google deve sostituire i vecchi link con i nuovi, importati. Se cancellaste subito il blog di Splinder, i visitatori troverebbero un collegamento interrotto. Io ho modificato il template di Splinder, mettendo il testo dell’articolo in basso, e con un font minuscolo. Si tratta solo di avere pazienza, tutto qui.

 

-------------
-------------

Bene, il grosso della procedura per il trasferimento da Splinder a WordPress è terminata. Nei prossimi articoli vi darò qualche consiglio (ricordate sempre che comunque sono un neofita, ma mi informo su internet e verifico personalmente ciò che vi scrivo) sui template WordPress da scegliere e sui plugin da installare. Se vi è piaciuto questo post, non dimenticare di cliccare su ‘mi piace’ qui sotto e di linkarlo dai vostri blog ;-)

GD Star Rating
loading...

7 pensieri riguardo “Da Splinder a WordPress: il plugin per i link interrotti e il convertitore tag

  • 15 novembre 2011 in 11:18
    Permalink

    Ciao, innanzitutto grazie per la guida, molto utile ed esauriente.
    Ho trasferito con successo tutto il blog da splinder a wordpress in locale, e mi accingevo a importare da locale a wordpress.com.
    Pero’ tutte le operazioni di trasferimento dei link li devo fare in locale, perche’ online su wordpress.com non ci sono tutti i plugin, o sbaglio ?

    Risposta
    • 15 novembre 2011 in 13:14
      Permalink

      Esatto. La guida e i consigli dei plugin sono da seguirsi per blog su wordpress.org, ovvero quelli che sono creati su propri domini (del tipo http://www.tuonome.it) e NON su wordpress.com, che NON ha i plugin.

  • 26 novembre 2011 in 02:13
    Permalink

    ciao, io ho fatto tutto il passaggio a wordpress senza molti problemi… ma ci sta una cosa che non ho capito/so fare:

    il template che avevo su splinder non riesco in alcun modo a caricarlo su wordpress.

    Sinceramente io vorrei traslocare il mio blog esattamente uguale…
    c’è un modo di farlo su wordpress?
    e in caso negativo: c’è un modo di farlo su altre piattaforme?
    e se sì, come?

    Ti prego, vorrei davvero una mano in tal senso… sto impazzendo…

    Risposta
    • 26 novembre 2011 in 10:08
      Permalink

      E’ come se tu ti stessi trasferendo da una casa ad un’altra casa. Non puoi pretendere di averla esattamente uguale a prima. Io ti consiglio di scegliere uno fra le migliaia di template WordPress che ci sono su internet, e dimenticare quello che avevi su Splinder.
      La disposizione dei collegamenti la puoi avere nello stesso modo, grazie ai widget, inoltre in alcuni temi è possibile fare molte personalizzazioni, come il logo della testata, lo sfondo, il numero di colonne, ecc. ecc.

      Ti dico questo perchè è davvero difficile passare da un template in html che avevi su Splinder ad uno in WordPress e averlo tale e quale come prima. Significa conoscere profondamente le funzioni di WordPress, e fare un template da zero.
      E poi, diciamo la verità: i template su Splinder erano vecchissimi, fermi ad almeno 10 anni fa. Ora trovi template molto più carini.. hai l’imbarazzo della scelta! ;-)

  • 26 novembre 2011 in 12:47
    Permalink

    sisi, assolutamente, i template su splinder erano vecchissimi, ma ne ho creato io uno completamente diverso, prendendo la base da un sito di grafica in html e lavorandoci sopra.
    Il mio html non è per niente completo, non saprei mai farne uno da zero da sola, ma riesco facilmente a modificare la base creata da altri, ecco ilperchè della mia domanda…

    per quanto riguarda il fatto che ci siano dei template modificabili….
    io giuro di non riuscire a trovarli…
    ho visto che wordpress è veramente molto completo, ma lo trovo anche poco intuitivo, almeno per me che non sono inserita nel campo in modo particolare.
    ti ringrazio comunque dell’ aiuto e spero di riuscire a concludere qualcosa!!!! :)

    Risposta
  • Pingback: Categorie Wordpress: come inserire la loro descrizione senza plugin | wordpress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... broken link checker, convertitore, plugin wordpress, tag wordpress
passaggio da splinder a wordpress
Trasferimento da Splinder a WordPress: come importare articoli e correggere i link vecchi

passaggio da splinder a wordpress: come trasferire articoli, commenti e tag   Una volta che...

Chiudi