Li chiamarono briganti, il film censurato sulle violenze del risorgimento


li chiamarono brigantiLi chiamarono briganti, il film censurato sui massacri per l’unità d’italia

Quest’anno, come ben sapete, si festeggia il 150° anno dell’unità d’Italia. Ma il processo di unificazione d’Italia causò inevitabilmente tanti morti, tante persecuzioni, devastazioni. Nel film ‘Li chiamarono briganti’ si parla proprio di questo, ovvero si vuol far vedere un pezzo di storia in modo completamente diverso da come lo leggiamo sui libri di storia. Un modo che qui a Gaeta conosciamo bene, dato che non abbiamo ricordato il 150° anno dell’unità italiana nello stesso modo in cui si è festeggiato nel resto della penisola.

Li chiamarono i briganti è un film del 1999 diretto da Pasquale Squitieri. Nel cast Enrico Lo Verso, Franco Nero e Remo Girone. Il film è stato censurato e ritirato dalle sale italiane, probabilmente per la ‘scomoda verità’ che racconta.

-------------
-------------

Protagonista della pellicola è Carmine Crocco, ex soldato garibaldino che si rende conto che le condizioni del popolo, dopo la vittoria di Garibaldi, sono peggiorate. Memorabile la scena di un bambino, a cui l’esercito garibaldino ha ucciso tutti i componenti della sua famiglia, che sputa in terra al nome di Garibaldi. Ai contadini vengono confiscate le terre, la situazione degenera e il malcontento popolare sfocia nella creazione di gruppi di partigiani, denominati briganti, che si ribellano allo stato dei Savoia e lottano per il ritorno del Regno borbonico.  Uno di questi gruppi sarà guidato proprio da Carmine Crocco.

“Ci hanno riempito la testa di chiacchiere.. e che ci hanno dato? Tasse, carceri, fame. E ci hanno fatto più schiavi di prima.”

Il Regno dei Savoia delega il compito di sedare le rivolte ad Enrico Cialdini, un uomo senza scrupoli.

Nasce la questione meridionale, e la criminalità organizzata vede aumentare a dismisura il suo potere. Cialdini riduce il popolo del Sud alla fame, confiscato tutti i generi alimentari,  e ordinando la rappresaglia sulla popolazione inerme. Donne e bambini vengono barbaramente trucidati. Il popolo comincia ad emigrare. “Noi abbiamo un solo destino. O briganti, o emigranti”.

Ecco il trailer del film “li chiamarono briganti”

 

Video:

http://www.youtube.com/watch?v=JkU_3w9P4Zs

 

GD Star Rating
loading...
Li chiamarono briganti, il film censurato sulle violenze del risorgimento, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... antonio ciano, borbone, briganti, censura, garibaldi, li chiamarono i briganti, savoia, sud
Unità d’Italia a Gaeta, l’assessore Ciano e la maledizione contro chi festeggia i 150 anni dell’Italia

Oggi si festeggia l'unità d'Italia: il 17 marzo del 1861, dunque 150 anni fa, venne...

Chiudi