Farmaci pericolosi: ritirati dal commercio 9 medicine Geymonat



Geymonat ancora nella bufera: vietato l’uso di nove farmaci a causa della mancanza del principio attivo

geymonat farmaciL’Aifa, l’Agenzia Italiana del farmaco, ha recentemente diramato un comunicato, nel quale specifica che in via precauzionale sono stati tolti dal commercio e quindi vietati nove farmaci prodotti dalla Geymonat. La motivazione del provvedimento cautelativo sono gli ulteriori accertamenti per presunti difetti qualitativi. La Geymonat è stata nell’occhio del ciclone pochi mesi fa, a causa della mancanza di un principio attivo nelle supposte per neonati Ozopulmin. Partì una inchiesta che portò, dopo verifiche alla sede principale di Anagni di tre manager, accusati di aver messo in commercio deliberatemente un prodotto difettoso.

Ecco di seguito un estratto del comunicato dell’Aifa, congiuntamente ai nomi dei farmaci “si invita la popolazione a non utilizzare Alvenex 450 mg (cura l’insufficienza venosa), Gastrogel 2 g/10 ml e Sucrate 2 g gel orale (entrambi per l’ulcera), Intrafer 50 mg/ml (per chi è affetto da anemie), Nabuser 30 (per artrite e artrosi), Citogel 2g/10 ml (ulcera gastrica), Ecom (farmaco per le infezioni dermatologiche), Venosmine 4% (varici), Testo Enant (patologie sessuali), finché non si farà chiarezza, in attesa del completamento delle indagini, allo scopo di ridurre ogni rischio, anche solo ipotetico, per la salute dei pazienti

 


Se si hanno in casa questi farmaci, si invita a contattare il proprio medico curante per sospenderne l’uso senza rischi; se ancora non si ha avuto occasione di usarli, però, non bisogna buttarli subito via, perché se l’esito degli esami sarà tranquillizzante, i pazienti potranno utilizzarli fino alla data di scadenza impressa sulle confezioni. E’ semplice pensare il vero motivo del provvedimento: la verifica della presenza del principio attivo o meno. E’ stato infatti aperto un nuovo fascicolo dalla Procura della Repubblica di Frosinone e dai Nas di Latina, le stesse istituzioni che hanno dato il via alla prima indagine sulla Geymonat.

Di sicuro, l’azienda ha perso molta credibilità ed è sotto il mirino delle autorità, quindi, se in uno o in più farmaci dovesse risultare una quantità inferiore di principio attivo, se non la completa assenza, la posizione dei manager si aggraverebbe ulteriormente. Loro si difendono, sostenendo che c’è stato solo un difetto di produzione. Speriamo che tutto si risolva per il meglio.

via:http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/divieto-di-utilizzo-i-farmaci-prodotti-dalla-ditta-geymonat-0

-------------
-------------
GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... frosinone, Geymonat, latina, medicina
test universita medicina
Test ammissione a medicina, 7 su 8 non ce la fanno

Università, per la facolta di medicina e odontoiatria boom di richieste di iscrizioni. Nei test...

Chiudi